Eucalyptus

Art Installation and collective exhibition "The Tree of the Trees" by Aipan


Tornando a visitare quei luoghi dove, da parte di madre, affondano le mie radici, dopo aver a lungo vissuto altrove, mi sono ritrovata a percorrere il “valle sagrado”, la valle sacra degli Incas.
Da qui, si aprono immensi spazi aperti, cieli blu cobalto, e ai piedi di cime ghiacciate, distese di erba bassa ma coriacea che tocca tutte le sfumature dell’ocra.
Ad mitigare l’asprezza di questi luoghi, ci sono, tra i radi alberi locali, gli eucalipti. Questo albero è notoriamente autoctono dell’Oceania, ma è stato piantumato sulla sierra peruviana in seguito ad un progetto governativo atto ad incrementare le scarse risorse dei contadini locali, attraverso il commercio di olio di eucalipto.
L’aspra bellezza di questa valle, non aveva quest’aspetto al tempo degli Incas, ma è così che si è presentata ai miei sensi, con il profumo degli eucalipti a pervadere l’aria e con le loro chiome a stagliarsi contro il cobalto del cielo andino, per questo l’eucalipto, ricondurrà sempre il mio spirito a questi luoghi, che hanno ospitato i miei “ancestros”.







Nessun commento:

Posta un commento